Storia, magistra vitae – Sovversione – parte prima

Enterprises...

Ci sono due tipi di film che preferisco guardare: quelli di fantascienza e le commedie. Ma non disdegno gli altri generi, come quelli di azione o i thriller.

Lo scorso anno mi è capitato di vedere un film con Jennifer Lawrence, premio Oscar come migliore attrice nel film del 2012 “Il lato positivo”, anche nota per aver interpretato il personaggio di Mystica nella saga degli “X-Men” (2011-2019) e di Katniss Everdeen nella saga di “Hunger Games” (2012-2015).

Il film si chiama “Red Sparrow” ed è la trasposizione cinematografica del romanzo “Nome in codice: Diva” scritto dall’ex agente della CIA Jason Matthews.

Dominika Egorova, ex-prima ballerina del Bol’šoj la cui carriera è stata tragicamente interrotta, viene arruolata con un ricatto in una delle scuole statali per Sparrow, una branca del SVR che trasforma giovani uomini e donne in letali e seducenti assassini.

Dopo aver affrontato un duro e umiliante addestramento, a…

View original post 844 altre parole

Annunci

Se questo è un motto

G-Blog

Treccani definisce così il termine motto: “Detto sentenzioso, massima morale o moraleggiante”.

Da questo blocco di partenza, a complemento delle riflessioni su “Essere più che sembrare”, mi cimento ora in una pagella virtuale dei motti ufficiali della Nunziatella nella storia:

1787-1805 – Arma, viri, ferte arma

1806-1815 – Multos labores, magni meritis

1816-1860 – Arma, viri, ferte arma

1861-1931 – Et pace et bello

1932-1944 – Victoriæ regem dedit

1945-oggi – Preparo alla vita ed alle armi

Il primo, fatto salvo per il periodo “francese”, è finora il più longevo. Trae origine dall’opera di Virgilio (Eneide, II.668) e fa riferimento all’esortazione di Enea di combattere fino all’ultimo sangue per vendicare la strage di Achille nella rocca d’Ilio, poco prima di optare per la fuga che lo avrebbe portato in Italia.

Se interessante si può ritenere il riferimento classico, non sembrano esservi collegamenti ovvî in relazione ad un…

View original post 617 altre parole

Pranzo a casa di mamma.

Dopo una placida spesa all’ IPERCOOP, un paio di polo a maniche lunghe, navy blue e celeste scuro, lamette di ricambio Gilette Fusion Proglide Power (speriamo che non si inventino altri nomi chè mi son dovuto alzare dal letto per controllare il nome), shampoo antiforfora.

Il resto cibarie varie, cozze stabulate e uno splendido trancio di pesce spada.

Solo un cavolfiore ho fatto comprare per mia mamma con gentile insistenza. Per lei anche tante piante di fiori (quattro di margherite 🙂 e una di basilico.

Mentre mamma preparava il pranzo ho aggiornato il bios della scheda madre del mio Personal Computer, detto piccì. In passato mi son divertito a spingere ai limiti tutti i vari componenti. Ora seduto a fumare la pipa mi stavo chiedendo: “cui prodest”?