Ancora sullo stigma da Wikipedia:

http://it.m.wikipedia.org/wiki/Stigmatizzazione_(scienze_sociali)

Posted in Uncategorized | Leave a comment

Thin line (from tumblr.com)

There’s a fine line between insanity and genius. It’s not always clear on what side of that line I am. Generally harmless though.This blog is a diary of my journey. Where I’m going is a mystery, where I came from is history.

Posted in Uncategorized | Leave a comment

Sembra un articolo di Lercio

http://www.imolaoggi.it/2015/04/27/invalido-si-sfoga-sulla-pagina-facebook-della-boldrini-gli-arriva-la-polizia-a-casa/

Posted in Uncategorized | Leave a comment

Pranzo a casa di mamma.

Dopo una placida spesa all’ IPERCOOP, un paio di polo a maniche lunghe, navy blue e celeste scuro, lamette di ricambio Gilette Fusion Proglide Power (speriamo che non si inventino altri nomi chè mi son dovuto alzare dal letto per controllare il nome), shampoo antiforfora.

Il resto cibarie varie, cozze stabulate e uno splendido trancio di pesce spada.

Solo un cavolfiore ho fatto comprare per mia mamma con gentile insistenza. Per lei anche tante piante di fiori (quattro di margherite 🙂 e una di basilico.

Mentre mamma preparava il pranzo ho aggiornato il bios della scheda madre del mio Personal Computer, detto piccì. In passato mi son divertito a spingere ai limiti tutti i vari componenti. Ora seduto a fumare la pipa mi stavo chiedendo: “cui prodest”?

Posted in Uncategorized | Leave a comment

Loving Emily Blunt

http://youtu.be/5SZfznYgToc

Posted in Uncategorized | Leave a comment

Sono un avvocato. (Sara Fusi Serangeli)

Sono quello da cui vieni quando sei nei guai, quando sei arrabbiato, quando hai un problema e non sai dove sbattere la testa.

Sono quello che ti apre la porta di studio quando non ne puoi più del tuo matrimonio, quando lui/lei ti ha lasciato, quando ti pignorano casa, quando non paghi i tuoi debiti e quando i tuoi debitori non pagano te.

Sono quello che viene svegliato alle tre del mattino perché ti sei fatto fermare in stato di ebbrezza, che salta la comunione del nipotino perché ti hanno fissato l’interrogatorio il sabato mattina, che non vede il saggio di danza della figlia perché la tua udienza finisce alle dieci di sera.
Sono quello che sta dalla tua parte quando gli altri ti vorrebbero linciare, che ascolta le tue cazzate quando nemmeno tua madre ne vuole più sapere di te.
Sono quello che per fare il suo lavoro ha studiato tanti anni, poi ha fatto una pratica faticosa e spesso gratuita, e dopo di nuovo l’esame, la gavetta, l’incertezza, la paura, la responsabilità e l’aggiornamento continuo.
Sono quello che per andare a lavoro ogni giorno paga: l’affitto, le bollette, la macchina, la segretaria, la carta, le marche da bollo, il caffè per stare svegli a studiare.
Sono quello che ti fa uscire da studio anche se non hai versato quanto dovuto, mentre nemmeno al discount ti fanno portare via un litro di latte senza averlo pagato.
Sono quello che quando gli sparano alle spalle in un tribunale, in una mattina di inizio primavera, lo pensano solo gli altri Avvocati, perché sono tutti preoccupati del magistrato e delle misure di sicurezza.
Sono un Avvocato, forse lo sono sempre stato, anche prima di cominciare a esercitare, e sicuramente lo sarò tutta la vita, anche quando non metterò più piede in tribunale.
Sono un Avvocato, e prima di usare questa parola senza sapere quanta sostanza c’è dentro, quanta fatica e passione c’è dietro, ecco prima di usare questa parola devi pensare.
Poi magari taci che è meglio.
Avv. Sara Fusi Serangeli.

Posted in Uncategorized | Leave a comment

Blitzkrieg

http://youtu.be/TMm0nt_ANIA

Posted in Uncategorized | Leave a comment